dd

mercoledì 15 aprile 2015

• The end of the Challenge •

Ecco gli ultimi lavori della scorsa challenge. Non dimenticate la 5 DAYS QUICK CHALLENGE, da lunedì prossimo!

Here's the last works for the challenge. Don't forget the incoming 5 DAYS QUICK CHALLENGE, next monday!

Day 15 - Terra - Earth
Day 16 - Nastro Adesivo - Duct Tape
Day 17 - Cubo - Cube
Day 19 - Bottone - Button
Day 22 - Microbo - Microbe
Day 23 - Luna - Moon
Day 25 - Salto - Jump

Day 26 - Piscina - Swimming Pool
Day 27 - Tramonto - Sunset
Day 28 - Bolla - Bubble
Day 29 - Bussola - Compass

mercoledì 18 marzo 2015

• Le Guerre dei Poveri •

Ecco il mio "Apetto da Guerra" per la copertina del nuovo libro della Annulli Editori,  Le Guerre dei Poveri di Raffaele Montesano.

Here's my "War Ape Piaggio" for the cover of the forthcoming Annulli Editori's book "Le Guerre dei Poveri" (Wars of the Poors) by Raffaele Montesano.



Il libro racconta scene di vita di paese sullo sfondo dei grandi avvenimenti della storia Italiana, un romanzo corale ed uno spaccato del nostro popolo e territorio; abbiamo concordato che un Ape Piaggio fosse il simbolo giusto per rappresentare queste tematiche.

The book describes scenes from a little town's life during the great moments of Italian history, a gospel novel and a description of our people and territory; we agreed that an Ape Piaggio
was the right symbol to summarize these themes.


Di seguito posto alcuni dettagli particolarmente riusciti ed un extra speciale: il video "making of"! Spero possiate trovarlo utile o quantomeno interessante. 
Buona Visione!

Following here are some particularly fine details and a special treat: the "making of" video! I hope you find it helpful or at least entertaining.
Enjoy!











mercoledì 11 marzo 2015

giovedì 5 marzo 2015

• 30 Days Challenge - Round 3 •

La 30 Days Challenge è ricominciata, i partecipanti sono sempre di più! È bello vedere così tanti stili diversi riversarsi sulla pagina del gruppo. 

Per chi non la conosce, la 30 Days Challenge è una sfida personale, creare un disegno al giorno per trenta giorni con un tema che viene selezionato casualmente. Per quanto mi riguarda, un'ottima occasione per provare nuovi stili o sfidarmi nei ritagli di tempo. E parallelamente, c'è incontro e scambio con tanti altri disegnatori e stili, ispirazioni, e amicizie dietro l'angolo. Lascio QUI i post delle vecchie edizioni

Quindi se volete sfidarvi, o anche solo se volete seguire la challenge, iscrivetevi al gruppo e condividete quanto potete.

Buona Challenge a tutti!

30 Days Challenge started again, the challengers are always more! It's awesome to see so many different styles flow in the group page.

For those who don't know, 30 Days Challenge is a personal challenge, to create a drawing a day for thirty days with a randomly selected theme. For me it is a wonderful chance to experiment new styles or time-challenging myself in the spare time. On the side, there's a meeting and exchange, lots of styles and inspirations, friends around the corner. HERE posts from previous rounds.

So if you want to challenge yourself, or just follow the challenge, join the group and share as much as you can.

Enjoy the Challenge!


DAY 1 - Trappola - Trap



 DAY 2 - Foresta - Forest


DAY 3 - Fantasma - Ghost


DAY 4 - Piraminde - Pyramid

mercoledì 4 febbraio 2015

• c'è una strana sensazione... (parte 4) •


…di ritorno da Angouléme. 
Oramai è la quarta volta che scrivo questo post, sto diventando bravo.


Angouléme è sempre il fantastico festival che è, e la solita sensazione misto di stanchezza, di ispirazione, di felicità, di paura e di speranza si riaffaccia come ogni anno. E come ogni anno, ecco il mio resoconto.

La città è sempre fantastica, il paradiso di chi vuole vivere di questa sfiancante professione. Solo passeggiare per le strade che ormai sono diventate familiari, scolpite nel mio cuore e sotto i miei passi, mi rende una persona diversa, certo mi riempie di gioia. Vedere il solito murale al solito posto una sensazione di casa.


Questa volta ho finalmente avuto modo di esplorare la vita notturna di Angouléme, fatta di pub e locali più e meno accoglienti, musica assordante, stupide regole riguardo i cappelli, ragazze sorridenti, ragazze ubriache che cercano di rubarti il cappotto, la piazza dello Chat Noir gremita di gente fino a tardi, Italiani Francesi Spagnoli ubriachi ed espansivi, buona Picòn Bier e simpatici incontri tanto interessanti quanto casuali. 


Avere la casa a due passi dal centro ha decisamente aiutato, ma devo aver dormito nove ore in cinque giorni. Anche il tempo è stato clemente, nonostante un po' di pioggia.


Gli incontri si dimostrano sempre più difficili, al padiglione dei giovani talenti, così quest'anno l'ho evitato a piedi pari con eccezione di una chiacchierata con le editor di Ubisoft (che vai a sapere, fa fumetti). Per il resto ho parlato con un po' di editori e di disegnatori impezzandoli nei loro stand e ammollandogli il mio biglietto da visita.


Ma soprattutto mi sono finalmente goduto il festival come si deve, prendendomi i miei tempi per visitare gli stand, guardare le novità, conoscere autori, beccarmi dediche bellissime. 






Alla fine della fiera mi sono riportato a casa un bottino niente male, ho speso la solita valanga di soldi ma ne è valsa la pena.


Le mostre molto belle, fantastica quella dedicata al Watterson di Calvin & Hobbes, decisamente d'impatto.

 



Cosa dire delle persone? Il gruppo di Livorno/Siena/Firenze/Prato/Lille è stato fantastico e le serate con loro si portano ai primi posti dei miei ricordi di Angouléme (Federico Rolla, se solo ci fossi stato anche te!). Saluto in questa occasione Marco il fantastico Pazzaglia Giuseppe Chiara Francesca Veronica Ilaria e il mitico Maxime, ovvero François, ovvero Bernard, Marcél, Javier, Justin, Jean Jaque, Etienne, e mille ancora. 


Saluto anche Giorgina, fantastica, coi suoi biglietti da visita fatti a mano, lasciali come petali nel vento mi raccomando! Ovviamente il mitico gruppo della Comics di Firenze, peccato davvero che non stiate in centro ragazzi. Un saluto a Tania, a Valentina, al D'Uva, al grande Pippo Rossi, a Fabio Cenni, al Palloni e al Guarnaccia, a Michele beccato al volo, a Martina Batelli, al mitico Edoardo Natalini, e a tutti quanti ho incontrato e non. Un saluto anche a Manuele Fior, a Luke Pearson, a Dawid, e al fantastico Tony Sandoval, che ho avuto il piacere di stalkerare per tutto il festival.


Ora il cammino davanti a me è di nuovo illuminato, vediamo dove portano e quanto durano queste luci.
Incrociate le dita per me!